• La startup per l’apprendimento delle lingue ambisce a un’espansione internazionale
  • La Reed Elsevier Ventures guida un consorzio costituito da Nokia Growth Partners, IBB Bet and Kizoo
  • Lo sviluppo del prodotto si focalizza sul coinvolgimento degli utenti e su di un utilizzo multipiattaforma
Berlin,

Babbel, il metodo online per l’apprendimento delle lingue, rende oggi noto di aver chiuso un round di finanziamenti di serie B. Il round è guidato da Reed Elsevier Ventures. Ulteriori investitori sono la Nokia Growth Partners insieme ai già attuali IBB Beteiligungsgesellschaft e Kizoo. L’investimento verrà utilizzato per accelerare l‘espansione a livello internazionale e per migliorare l’adattamento a tutte le pertinenti piattaforme online e mobili.

Presente in più di 190 paesi, la startup berlinese ha lasciato il segno primariamente nel mercato tedesco, fino ad oggi. Farà ora il suo ingresso in modo aggressivo anche nei mercati degli altri paesi europei nonché nelle Americhe ed in altri mercati emergenti. Babbel estenderà inoltre la sua collaborazione con diversi produttori hardware, provider di piattaforme e media in giro per il mondo.

Il mercato italiano ha un alto potenziale per la piattaforma online per l’apprendimento delle lingue, l’Italia, infatti, è ai primi posti per numero di download delle applicazioni mobili dopo la Germania, mercato di riferimento per la compagnia.

Babbel è gestita da Lesson Nine GmbH, Berlino. La compagnia ha già raccolto un totale di 2,2 milioni di USD in capitale e debiti ed ha visto una rapida crescita dei ricavi pari a oltre il 200% all’anno dal 2011. Recentemente la Lesson Nine ha annunciato l’acquisizione dell’azienda americana concorrente PlaySay, con sede nel cuore della Silicon Valley Californiana, a S. Francisco. L’accordo è stato alimentato, senza tener conto del nuovo investimento, con flusso di cassa operativo.

Le ragioni alla base del successo di questo sistema di apprendimento delle lingue sono da rintracciare nell’utilizzo conseguente di tecnologie mobili e internet insieme all’integrazione di contenuti didattici moderni e concreti, che motivano e guidano chi impara le lingue in modo divertente. Più di 6500 ore di studio per tredici lingue diverse sono a disposizione degli utenti, sia in versione online sia su app per iPad oppure come trainer di vocaboli gratuito per iPhone, Android e Windows 8; le applicazioni sono state al giorno d’oggi scaricate più di 8 milioni di volte.

“Babbel è una storia di successo all’interno del campo dei media digitali in Europa e sono molto lieto di entrare a far parte del gruppo d’investitori in quest’avvincente momento”, dice Tony Askew, socio accomandatario presso la Reed Elsevier Ventures. “La startup è cresciuta rapidamente registrando al momento oltre 15 milioni di utenti ed ha saputo costruire una vasta base di abbonati che genera un flusso di cassa positivo. Gli eccellenti prodotti di Babbel, online e per dispositivi mobili, continuano regolarmente a essere votati dagli utenti come i preferiti; Babbel occupa inoltre un’ottima posizione per una crescita esplosiva nella categoria in rapida espansione dell’apprendimento delle lingue online e su dispositivi mobili.”

“La Nokia Growth Partners è convinta che in un mondo digitale convergente, ogni impresa debba curarsi dei dispositivi mobili e questo è il principio guida dei nostri investimenti” aggiunge Walter Masalin, responsabile presso la Nokia Growth Partners. “In una realtà in cui i dispositivi mobili stanno trasformando i metodi di apprendimento, la soluzione di Babbel di coprire piattaforme multiple risulta flessibile ed efficiente allo stesso tempo e da’ all’azienda un’ottima posizione di partenza per capitalizzare questa tendenza.”

“Dal nostro investimento nel 2008, la Lesson Nine è già stata in grado di occupare con successo numerosi mercati grazie ai suoi innovativi prodotti e si è affermata a livello mondiale come una seria protagonista nel campo dell‘apprendimento delle lingue su dispositivi mobili” afferma Marco Zeller, direttore della IBB Beteiligungsgesellschaft mbH. “Questo round di finanziamenti, includendo ulteriori investitori di calibro internazionale, rende onore allo straordinario sviluppo positivo dell’azienda berlinese e getta le fondamenta per una crescita ancora più dinamica. Siamo orgogliosi di essere stati fin dall’inizio a bordo di questa storia di successo e di poter mettere a disposizione ulteriore capitale nel quadro di questo round d’investimenti.”

Michael Greve, direttore generale di Kizoo Technology Ventures, dice: “Da quando abbiamo iniziato la nostra collaborazione con Babbel 5 anni fa, il prodotto di Babbel ha intrapreso un percorso avvincente: partendo dall’essere un buon programma su web, è arrivato ad essere una moderna e divertente esperienza di apprendimento delle lingue, con un‘enorme base utenti pronta a sottoscrivere un abbonamento per un tale servizio. Sono convinto che la piattaforma ideale per l’apprendimento delle lingue siano i tablet e nel futuro possiamo aspettarci una crescita costante e sempre più rapida dei fantastici prodotti per dispositivi mobili offerti da Babbel.”

“Ci rallegriamo molto di avere a bordo due nuovi investitori internazionali di alto livello. Questo round di investimenti apre ad un gran numero di opportunità senza limitare le nostre opzioni strategiche. Anche la rinnovata partecipazione dei già attuali investitori IBB Beteiligungsgesellschaft e KIZOO mi lusinga.” dice Markus Witte, direttore generale di Lesson Nine GmbH.

A proposito di Reed Elsevier Ventures

Fondata nel 2000, la Reed Elsevier Ventures è un’azienda di venture capital con sedi a Londra e San Francisco ed è appoggiata da una delle aziende di maggior successo a livello mondiale nel campo dei media e dell’informazione, la Reed Elsevier. La Reed Elsevier Ventures investe in imprenditori ambiziosi e di talento e in gruppi direzionali che hanno la spinta necessaria per avviare vaste attività scalabili e la determinazione per diventare leader nel campo industriale. La Reed Elsevier Ventures si focalizza su attività nel campo di media, tecnologie e internet con elevati tassi di crescita e con sedi negli USA, in Europa o in Israele, impegnati in settori come Big data e analytics, dispositivi mobili, nuovi media, Healthcare information e tecnologie analitiche all’avanguardia. Esempi di società in portafoglio includono Palantir, una delle aziende tecnologiche di maggior valore tra quelle provenienti da Silicon Valley nonché Babylon, lo strumento di traduzione delle lingue più scaricato al mondo.

A proposito di Nokia Growth Partners

Nokia Growth Partners investe in quelle aziende che stanno modificando l’aspetto della mobilità, delle comunicazioni e d’internet. NGP offre competenze nel campo dell’industria insieme a capitali ed un network esteso, consentendo agli imprenditori di costruire aziende dirompenti ed in grado di cambiare la realtà industriale, portandole all’interno del mercato globale. Con uffici negli USA, in Europa, India e Cina, la NGP è in grado di estendere la portata dei prodotti e dei servizi delle aziende a livello internazionale, rendendoli ovunque una nuova realtà locale. Per maggiori informazioni: http://www.nokiagrowthpartners.com/

A proposito di IBB Beteiligungsgesellschaft mbH

La IBB Beteiligungsgesellschaft www.ibb-bet.de mette venture capital a disposizione di innovative aziende berlinesi e si è affermata a Berlino come leader del mercato nel settore di early stage financing. I fondi vengono impiegati primariamente per lo sviluppo ed il lancio nel mercato di prodotti o di servizi innovativi, così come di idee per nuove attività portate avanti da industrie creative. Attualmente due dei fondi gestiti dalla IBB Beteiligungsgesellschaft sono nella fase di investimento: la VC Fonds Technologie Berlin con un volume di fondi pari a 52 milioni di Euro e la VC Fonds Kreativwirtschaft Berlin con un volume di fondi pari a 30 milioni di Euro. Entrambi i fondi di venture capital sono finanziati attraverso mezzi finanziari provenienti dalla Investitionsbank Berlin (IBB) e dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) gestito dalla città-stato di Berlino. Dal 1997 la IBB Beteiligungsgesellschaft Berlin, in consorzio con vari partner, ha messo a disposizione delle aziende orientate a creatività e tecnologie oltre 850 milioni di Euro, di cui la parte investita da IBB Beteiligungsgesellschaft in quanto lead, co-lead o co-investitrice ammonta a circa 116 milioni di Euro.

A proposito di Kizoo Technology Ventures

Kizoo aiuta la crescita di giovani aziende startup. In quanto investitrice in seed ed early stage financing con attenzione a Saas, Internet & Mobile Services ed applicazioni sociali Kizoo è felice di poter condividere la sua esperienza di vecchia data nei campi e nei mercati di marketing, development e product management.
www.kizoo.de

Berlin,