• Babbel lancia una campagna globale di brand
  • Due spot TV introducono il claim “Parla le lingue come hai sempre sognato”
  • Campagna in collaborazione con l’agenzia londinese Wieden+Kennedy
Berlin,

Babbel, a app per parlare le lingue fin da subito, dà il via ad una campagna di brand a tutto tondo caratterizzata dal claim “Parla le lingue come hai sempre sognato”. Lo scopo è quello di posizionare Babbel con chiarezza sul mercato globale mettendo in evidenza i punti di forza della app. Il messaggio: Babbel aiuta a parlare una nuova lingua nel minor tempo possibile e nel modo desiderato. Corsi sviluppati da esperti di didattica e lezioni basate su situazioni autentiche sono alla base del successo della app.

La campagna internazionale è cominciata il 24 ottobre in Germania. In Italia e in altri otto Paesi la campagna è invece partita il 30 ottobre. I due nuovi spot TV che danno il via alla campagna brand sono on air nel formato da 20 secondi.
Gli spot sono stati realizzati a stretto contatto con la rinomata agenzia creativa londinese Wieden+Kennedy che con la sua esclusiva lista di clienti si distingue come una delle più importanti al mondo.

“Babbel si impegna ad aiutare chiunque a parlare una nuova lingua nel minor tempo possibile”, afferma Arne Schepker, CMO di Babbel. “Quando si tratta di scegliere un metodo di apprendimento linguistico online si tende a prendere decisioni spontanee. È quindi essenziale comunicare in modo chiaro il posizionamento di Babbel in questo campo restando così nel focus dei consumatori.”

I due spot, ambientati rispettivamente in Inghilterra e in Francia, si connotano per il registro linguistico caratteristico, l’inglese britannico del XVIII secolo e quello romantico di una brasserie francese. In queste due realtà si intromette improvvisamente l’utente Babbel, che tramite la conoscenza della sua lingua di studio perde il ruolo di semplice spettatore e diventa co-protagonista della storia. Lo scopo del team di Babbel, in collaborazione con Wieden+Kennedy, è stato quello di approfondire il messaggio di Babbel gettando nuova luce sui motivi che spingono ad imparare un’altra lingua.

Sophie Bodoh, Creative Director della Wieden+Kennedy commenta: “Sebbene ognuno abbia i propri personalissimi motivi per imparare una nuova lingua, abbiamo trovato un comune denominatore: tutti hanno una sorta di sogno su cosa significherebbe per loro riuscire a parlare una lingua correntemente. Usando il linguaggio familiare dei film di vari paesi, mostriamo come gli utenti di Babbel possano riuscire ad impersonare le proprie personali fantasie linguistiche.”

Con la campagna integrata, che oltre alla TV viene declinata anche sugli altri canali di comunicazione e di marketing, Babbel compie un passo importante, passando dal Direct Response Marketing ad una relazione più duratura con il consumatore. Babbel raggiunge già nei suoi mercati chiave una brand awareness dal 50% all’80%. Si tratta quindi solo di posizionarsi in maniera più chiara raccontando cosa rende Babbel davvero speciale: aiutare chiunque a parlare una nuova lingua proprio come ha sempre desiderato.

Credits:

Agenzia creativa: Wieden+Kennedy London Direzione creativa: Sophie Bodoh Creativo: Ben Shaffery Account Director: Sophy Woltman

Casa di produzione: Somesuch London Director: Sam Hibbard Producer: James Waters Spot girati a Praga il 19 e il 20 settembre 2016

Babbel Head of Brand: Sylvain Lierre Senior Brand Manager: Jim Liu Junior Brand Manager: Pauline Laggoun


I due TV Spot sono disponibili alla seguente pagina:

„Messy Dress“: https://www.youtube.com/watch?v=BQl58ntdAUU

„Tiny Whale“: https://www.youtube.com/watch?v=loM5lq6Si0k


Berlin,